Recensione | LA MISURA DI TUTTO

Buon salve miei lettori, vi parlo di un libro che vorrei incorniciare per quanto mi ha conquistato, per la facilità con cui porta a scoprire la misura delle cose, quelle reali.

La misura di tutto
Title: La misura di tutto
Casa Editrice:
Published: ottobre 2018
Page Count: 300
Nina ha sempre pensato che rifiutare il cambiamento l'avrebbe messa al riparo dal dolore e dall'imprevisto. Ma a 38 anni, con la fine di una lunga relazione, vede crollare miseramente la cassettiera in cui aveva riposto con cura la sua vita. Cosa fare di fronte a una fine, se non si è più abituati alle incertezze di ogni inizio? Nina non ne ha idea e, forse per questo, comincia a scrivere su un taccuino per…

Camilla Ronzullo, forse la conoscete come Zelda was a writer, è sicuramente una delle figure italiane che seguo di più su Instagram, mi ha sempre colpito il suo modo di vedere il mondo, il suo blog e il suo amore incondizionato per i libri!!

La misura di tutto è il suo secondo romanzo, il primo se non sbaglio però è stato autopubblicato e forse non si trova più in vendita (?). Esce con Salani Editori questo libro e vorrei soffermarmi trenta secondi sulla parte grafica, e fare i complimenti all'editor (se mi chiedessero cosa voglio fare da grande sarebbe l'editor di libri come questo, sono difficili da gestire e revisionare ma diventano pezzi unici!!)

Detto questo non è solo la parte grafica a rendere unico questo libro ma la sua storia, la penna di Camilla è accattivante.

Nina, una donna ingabbiata nei suoi stessi schemi si trova a vivere un viaggio all'insegna del vero simile con uno scultore conosciuto ad un luna park e un uomo trovato su bla bla car. Nina ci racconta tramite il suo diario il loro viaggio verso Lampedusa e il suo viaggio interiore verso una nuova consapevolezza di se stessa, dove la misura di tutto è lei e non più altri!

Il libro si sviluppa con il susseguirsi delle tappe del viaggio, tappe che ci presentano frammenti di vita, ci porta alla scoperta di piccole grandi meraviglie che Camilla riesce a trattare con una semplicità disarmante.

Tutto apparentemente sembra ruotare intorno a Gerri lo scultore famoso che ha intrapreso il viaggio per tornare alla sua casa natale, Lampedusa. Ma in realtà è il viaggio di consapevolezza di Nina. Un viaggio che viviamo con tutte le sue emozioni, paure e preoccupazioni.

Nina è un personaggio femminile che ho amato, una piccola grande donna che è solo rimasta vittima dei suoi schemi, del suo mondo immaginifico che si era costruito tramite illusioni e accettazioni passive. Appena prende consapevolezza di se stessa esplode in mille emozioni e colori.

Oltre a Nina il personaggio che più ho amato all'intero della vicenda è Gerri, un vecchio signore che sogno di incontrare nella mia vita, che sia disposto a raccontare la sua storia, le sue verità. Gerri è un personaggio che rimane sempre in secondo piano, ma anche così è presente in ogni singolo passo del libro. L'ho letteralmente amato!

Il libro come vi dicevo si sviluppa seguendo il racconto del viaggio in macchina da Milano a Lampedusa, scritto in prima persona dal punto di vista di Nina. Si gioca molto con il concetto di vero simile, molte azioni sono possibili e probabili anche se sembrano al limite del reale.

Unica piccola nota negativa è una piccola parte del viaggio che ho trovata lenta, il passaggio Roma - Napoli è stato il passaggio più lento di tutto il romanzo e che mi ha fatto perdere un po' dell'entusiasmo iniziale.

Ma questo piccolo difetto è subito ribaltato da un finale in crescendo, semi aperto che però ci porta a conclusione del viaggio personale di Nina con il suo ritorno a Milano con più consapevolezze.

Avevo delle aspettative altissime e devo dire che Camilla non mi ha assolutamente delusa, anzi!! Il libro è ricco di dettagli, di parti grafiche e espedienti letterari che ci fanno vivere a pieno tutte le emozioni di Nina.

È una lettura interessante, diversa dal solito che veramente ci porta a riflettere su quanto siamo condizionati dagli schemi di controllo che ci imponiamo per entrare dentro una società fatta di apparenze. Nina riesce a rompere i suoi schemi, a sentirsi libera di vivere la sua vita da 38enne senza sentirsi inadeguata.

Ve lo consiglio, davvero!! Leggetelo e non vi pentirete, amerete Nina in tutte le sue piccole imperfezioni che la rendono meravigliosa.

Giudizio: 4/5
★★★★
La misura di tutto è sempre e solo dentro di noi.

Se volete continuare a sostenere il mio progetto acquistate questo libro tramite questo link:

Ci leggiamo nei prossimi giorni con molti articoli nuovi, se avete consigli suggerimenti o altro scrivetemi pure!
Fatemi sapere se la recensione vi è piaciuta, se conoscevate già il libro e se lo avete già letto!!

LEAVE A COMMENT