AL CINEMA – MAGGIO

Eccoci qua con le uscite cinematografiche dedicata al mese di maggio. Sono i film che più mi hanno incuriosito, ovviamente non sono tutte le innumerevoli uscite!!

STANLIO E OLLIO Regia di Jon S. Baird
Con Steve Coogan, John C. Reilly, Nina Arianda
BIOGRAFICO, DRAMMATICO, COMMEDIA

IN LIBRERIA – MAGGIO

Buon salve bellini questi sono i libri che usciranno nel mese di maggio che le Case Editrici mi hanno segnalato.

CANTA, SPIRITO, CANTA di Jesmyn Ward

Edito da NN Editore

PREZZO: 18€ PAGINE: 272

IN USCITA: 2 Maggio

“E così andiamo avanti, e l’aria che entra dai finestrini aperti…

Recensione | SE NON TI VEDO NON ESISTI


Buon salve lettori, scusate se queste ultime settimane saranno un po' vuote ma tra le feste (rientri in famiglia) e gli esami sono impegnatissima. Comunque oggi recuperiamo con un libro che avevo letto prima di aprire il blog. Un libro a cui tengo veramente molto perché mi aveva conquistato con la sua maglia.

Parliamo del primo libro scritto da Levante, una cantante credo di non poterla più definire indie anche se lei inizialmente lo era. Claudia (il suo vero nome) è una donna che ammiro e stimo moltissimo, ogni cosa che scrive o canta mi arriva al cuore.

Parliamo del libro, Se non ti vedo non esisti è un libro che trasmette tanto, paura, errori, forza di rivalsa e consapevolezza di se stessi.

Già lo sapevo che mi avrebbe scavato il cuore, lo stomaco e anche il fegato, conoscendo la musica di Levante, sapevo che avrei pianto e riso con lei, avrei vissuto mille emozioni, tutte con il cuore.

La storia ruota attorno a Anita B., una giornalista in carriera, alla soglia dei trent'anni che purtroppo ha un momento di confusione sentimentale. Una confusione, caos, che si porta dietro da quando era bambina, che aveva sempre ignorato. Ora non vuole più mandare via quel dolore, vuole affrontarlo. E noi lettori siamo lì con lei, seguiamo i suoi pensieri, ricordi e sproloqui alle sue mille me, dove mi sono ritrovata, rivivendo le mie scelte, affrontiamo il dolore di Anita insieme.

Il libro parla ai nostri cuori per i nostri cuori.

La vita di Anita vede il susseguirsi di tre uomini, suo marito Jacopo, un amante passeggero Filippo e l'amante ossessionato Flavio.

Anita deve arrivare al capolinea di tutte e tre le relazioni per trovare veramente e finalmente se stessa, dopo il caos della sua vita.

Sono tutti e quattro dei personaggi molto particolari, ben delineati e con un carattere marcato. Tutti e quattro interagiscono in una struttura architettonica perfetta, fatti di flash back e flussi di coscienza che non slegano la lettura.

Il libro è dinamico e con un ritmo in crescendo, si legge con una facilità disarmante. Anche se il suo messaggio, la vita di Anita, è tutt'altro che facile da accettare.

Che altro dirvi, io l'ho amato, ho apprezzato moltissimo le riflessioni di Anita/Levante, sono entrata in empatia con la protagonista e ho vissuto il suo viaggio di riscoperta personale.

Se volete continuare a sostere il mio progetto acquistare il libro seguendo questo link



Fatemi sapere se lo leggerete, io ve lo consiglio, assolutamente, dal cuore, deve essere un libro che deve far parte della vostra libreria.

Giudizio: 5/5
★★★★★
Se non mi vedi non esisto

Recensione | HIROSHIMA Nel paese dei fiori di ciliegio

Buon salve bellini, oggi nuova recensione dedicata al mese della fioritura. Oggi parleremo di un manga, un fumetto giapponese per chi non sapesse cosa sia, dedicato ad Hiroshima e agli anni dopo la bomba atomica.

Questo manga è ambientato in diverse fasce temporali dopo lo scoppio della bomba atomica ad Hiroshima.

Mi ha colpito veramente tantissimo. Non sono riuscita a leggerlo tutto di seguito perché mi ha fatto molto emozionare. È diviso in tre grandi capitoli, nel primo siamo dieci anni dopo l'esplosione della bomba, abbiamo Minami una ragazza sopravvissuta all'esplosione. Il racconto di Minami è quello che mi ha fatto riflettere di più. Lei si considera una sopravvissuta ma non sa come andare avanti perchè il ricordo della tragedia, della perdita è costante nella sua vita.

Gli altri due capitoli si intrecciano con la famiglia Ishikawa, siamo cinquant'anni dopo lo scoppio e abbiamo il punto di vista della seconda e della terza generazione che ha vissuto quel momento così tragico.

Il finale è un intreccio perfetto, ricco di ricordi e colori, emozioni fortissime che porta a vivere, ad andare avanti anche davanti (scusate il gioco di parole) ad una tragedia così dolorosa.

Come dicevo Minami è il personaggio che mi è piaciuto di più, una donna combattuta nel suo dualismo di vivere la vita di tutti i giorni (con amori e lavoro) e il ricordo delle perdite, del dolore sempre presente.

Un altro personaggio che mi ha conquistato è Asahi Ishikawa che troviamo in tre fasi diverse della sua vita. Lui è sopravvissuto alla bomba e porta avanti la sua vita e riesce a non farsi schiacciare dal peso del ricordo e del dolore.

Lo stile è unico, un tratto deciso, in bianco e nero ma che rievoca tutti i colori possibili, soprattutto nelle pagine finali quando torna presente il ciliegio e i suoi fiori.

Una nota bellissima è la postfazione, scritta dall'autrice. Mi ha dato la sua visione, il sentimento che l'ha portata a produrre un manga di questo genere.

Ve lo consiglio veramente, dovete essere un po' pratici della lettura giapponese che è invertita rispetto a quella occidentale. Un minimo sforzo che ripaga con una lettura emozionante e coinvolgente.


Giudizio: 5/5
★★★★★
tornare a crescere forti e gentili come i ciliegi
Mi ha conquistato per la semplicità con cui l'autrice è riuscita a farci rivivere un momento difficile e non sempre conosciuto, perchè tutti conoscono le tragedie, come quella di Hiroshima, ma il ricordo deve andare anche a chi è sopravvissuto.

Se volete continuare a sostenere il mio progetto e quindi questo blog vi lascio il link di acquisto del libro


Ci leggiamo settimana prossima con nuovi e fioriti articoli!!