LA VOCE DELLE DONNE part. 1

Buon salve bellini, oggi diamo voce a delle donne che gentilmente hanno dedicato un po’ del loro tempo a questo piccolo progetto!!

Come vi avevo anticipato nell’Editoriale questo mese oltre ai miei soliti sproloqui avremmo avuto due appuntamenti speciali dove avrei lasciato spazio alle loro storie.

La prima donna che vi voglio presentare è Silvia, creatrice di Trippando, un blog di viaggio e blogging che seguo ormai da anni. La sua storia mi ha colpito molto, lei ha deciso di lasciare il suo posto di lavoro per seguire la sua passione. In questo articolo è proprio lei che racconta a noi, e ai suoi due bimbi, il suo salto!!

Ecco l’intervista per poterla conoscere meglio.

D: 3 parole per descriverti.
R: Determinata. Rispettosa. Ambiziosa.

D: Cosa vuol dire essere donna per te?
R: Essere donna per me vuol dire fare fatica per conquistare il mio posto nel mondo. Vuol dire aver abbandonato scoraggiata il mondo dell’industria perché non era da ragazze che volevano avere una famiglia. Vuol dire, ogni giorno, dover dire che sì, con la mia partita iva da blogger ci campo la famiglia quanto mio marito che lavora in banca.

D: Un pregio e un difetto del tuo essere donna.
R: Pregio, voglio essere una madre presente per i miei figli. Difetto, voglio espandere la mia azienda. O forse è il contrario…

D: Le donne della tua vita? (se volete leggere le mie le trovate qui) Quelle che ti hanno ispirato o insegnato qualcosa.
R: Mia nonna, che è andata a lavorare a nove anni, da cui ho preso fisico e carattere. La Meri, con cui ho trascorso tanti pomeriggi da bambina. La mia prof di chimica, che mi ha trasmesso la passione per questa strana disciplina, che fa parte della mia vita più di quanto non sembri.

D: Sei mamma di due splendidi bimbi, come coniughi il tuo essere mamma con l’essere donna?
R: Conquisto ogni giorno il mio essere donna nonostante sia mamma; così come ogni giorno conquisto il mio essere imprenditrice. La società tenderebbe a relegare le madri attorno al focolare, ma con me non funziona.

D: Parlando della tua vita, del tuo salto con Trippando, nel tuo ambito professionale hai avuto difficoltà a farti accettare per il tuo essere donna, o ti hanno in un certo modo screditato perchè donna?
R: Il mondo del blogging è, fortunatamente, per lo più femminile. Molte aziende sono abituate però a blogger passive, cui proporre lavori e progetti. Io vado controtendenza: decido su cosa voglio lavorare e le aziende che sposerei come potenziali sponsor; quindi le contatto proponendo i miei progetti. Al primo contatto per molti è  spiazzante; poi mi dicono: “se hai altre idee, proponi pure!”.

D: Lasciaci un consiglio per noi piccole giovani donne che stiamo crescendo in un mondo che apparentemente si muove verso un integrazione dei sessi ma in realtà è ancora una società molto maschilista.
R: Fare sempre cosa vi piace perché non c’è cosa più bella che parlare del proprio lavoro con entusiasmo. E scegliere come compagni persone che rispettino il vostro essere prima persona, poi donna e poi mamma, quando sarà il momento.

Se avete piacere a conoscere meglio Silvia, seguitela su Facebook (ha anche un gruppo Facebook dedicato al blogging dove propone tutti i suoi corsi e c’è uno scambio continuo, una bella community!!)

Ringrazio veramente tantissimo Silvia per la sua disponibilità, è una persona unica, forte e determinata ma allo stesso tempo anche molto umile e accogliente. Grazie di cuore.

In queste due settimana che verranno ci saranno altre donne che daranno voce alle loro storie, spero che questo vi piaccia. Ci leggiamo in settimana con tante piccole cose e una bella sorpresa per voi!

RELATED POSTS

Rispondi