Recensione | THE SUN AND HER FLOWERS – Il sole e i suoi fiori

Buon salve lettori, concludiamo la settimana con una recensione di un libro che mi ha fatto riflettere più di quanto credessi. Un libro che parla di dolore e rilasciata, un libro di poesie. Ecco i dati:

cover-raccolta-poesie
THE SUN AND HER FLOWERS – Il sole e i suoi fiori
Rupi Kaur

Tre60 | Settembre 2018 | Poesie | 252p | 14,00€

The Sun and Her Flowers (il sole e i suoi fiori) è una raccolta di poesie di dolore abbandono, celebrazione delle radici, amore e legittimazione di sé è divisa in cinque capitoli: l’appassire, il cadere, il radicare, il crescere, il fiorire.

«Rupi Kaur ha cominciato a scrivere poesie per guarire, per dare un nome a ciò che il corpo non dimentica, per accorgersi di essere ancora intera» – la Repubblica

«Kaur è la più nota di una generazione di poeti che per esprimersi ha scelto i social media. Gli editori se li litigano. Perché nell’era in cui la poesia sembrava morta, portano in dote un seguito da star.» – Corriere della Sera

«Frasi brevi, che sono come un pugno nello stomaco, e in cui molte donne si sono riconosciute.» – Donna Moderna

Generalmente non sono attratta dai “casi editoriali” perchè molte volte rimango delusa date le aspettative riposte. In questo caso non mi sono lasciata intimorire, anzi. Dopo aver apprezzato ogni singola parola di Milk and Honey, il suo primo libro, non ho aspettato troppo per correre in libreria e comprarmi anche questa seconda raccolta di poesie.

È una raccolta di poesie in questo stile moderno con disegni stilizzati che accompagnano una lettura già ricca di passione e emozione. Il libro è strutturato in 5 capitoli, i 5 stadi della fioritura, io li ho considerati i 5 stadi dell’essere, perchè tutti devono appassire, cadere, radicare, crescere per poi fiorire.

L’ho letto tutto in una notte insonne e mi sono lasciata emozionare dalle parole usate, dalle figuri forti e dalla passione che sprigionava il tutto.
È presente la sua vena femminista ma con altro: un dolore urlato per la prima parte del volume che si trasforma in amore per la vita nella seconda parte.

Temi attuali, più di quanto credessi, trattati con delicatezza e forza; mi ha stupito moltissimo la figura della madre, per come la delinea, come se la volesse accarezzare e abbracciare. Mi ha fatto commuovere.

Mi è piaciuta particolarmente l’ultimo capitolo, il fiorire, questa forza di scegliere se stessi, amare se stessi, sapersi accettare senza però cadere mai nel banale. Ed è questo un altro punto che mi stupisce sempre della sua scrittura, riesce ad essere così diretta, trattare temi moderni, senza però banalizzarli, anzi arricchendoli.

È una lettura che consiglio veramente a tutti, ma soprattutto è una lettura che avrei consigliato alla me 18enne che aveva paura ad affrontare la vita, a superare determinati momenti. Lei riesce a trasmetterti la forza di farcela, anche prendendo a pugni la vita.

Leggetelo e fatemi sapere nei commenti cosa ne pensate.
Concludiamo la settimana così, spero che vi siano piaciuti questi articoli, fatemi sapere se avete consigli o critiche, sono qui per voi!!

Giudizio: 5/5
★★★★★

per guarire
devi
arrivare alla radice
della ferita
e risalire a forza di baci
– rupi kaur

RELATED POSTS

LEAVE A COMMENT